B. Julián Pozo Ruiz de Samaniego CSsR

Nasce a Payueta (Álava) nel 1903. Nel 1913 entra tra i Giovani di El Espino (Burgos). E’ un bambino di carattere riflessivo e durante la sua vita sviluppa il dono per il consiglio e l’orientamento. Fa la professione nel 1920 e viene ordinato sacerdote nel 1925. La sua formazione viene ostacolata dalla malattia: nel 1921 si ammala di tubercolosi e, nel 1923 ha una ricaduta con una forte emottisi. Nell’estate del 1926 viene destinato a Granada dove conosce i Servi di Dio Conchita Barrecheguren e Francisco Barrecheguren. Tutti lo considerano un uomo sensato, pacifico, sagace e con un viso da bambino. Ha capacità particolari per il sacramento della Riconciliazione. Il suo sorriso caratteristico apre i loro cuori. Nel 1928 viene destinato a Cuenca.

Il 20 luglio abbandona il convento e si rifugia a casa di alcuni amici con H. Victoriano. Gli domandano che dirà se vengono a casa per loro e lui risponde: “Ci presentiamo come quelli che siamo: religiosi e redentoristi. Non abbiamo martiri… vediamo se siamo i primi!” Il giorno 31 si rifugiano al Seminario, ma il 9 di agosto viene prelevato assieme al presbitero Crisóstomo Escribano e viene portato al martirio. I due muoiono al km 8 della strada che va da Cuenca a Tragacete. P. Pozo viene martirizzato a 33 anni mentre prega, in ginocchio con un crocifisso in una mano e il rosario nell’altra, e il sorriso sul suo viso.

Papa Benedetto XVI ha riconosciuto il suo martirio in data 20 dicembre 2012. E’ stato beatificato sotto il pontificato di Papa Francesco il 13 ottobre 2013.

 

www.santiebeati.it

PROVINCIA ROMANA - CSSR Congregazione del Santissimo Redentore • Missionari Redentoristi

Tel +39.06.68803147

fax +39.06.6867865 

 

Via Monterone n. 75

00186 Roma (Italia)